Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Sarà Ascoli Piceno la città che ospiterà la cerimonia di premiazione della prima edizione del premio “Miglior Cavaliere dell’Anno” prestigiosa iniziativa ideata per celebrare i dieci anni di attività del progetto nazionale “Si dia Inizio al Torneamento - Giostre, Quintane e Palii d’Italia”, ideato dall’aretino Roberto Parnetti unico nel suo genere in ambito nazionale che, dal 2007, vede incluse 40 città sedi di rievocazioni storiche.

Ascoli, così, diventerà “capitale” delle manifestazioni cavalleresche della penisola con questa iniziativa che vede la collaborazione organizzativa del Consiglio degli Anziani della Quintana e dell’Amministrazione Comunale e che gode dei patrocinii delle Regioni Emilia Romagna e Lazio, delle provincie di Perugia, Terni ed Arezzo, della F.I.G.S. (Federazione Italiana Giochi Storici), dell’A.E.R.R.S. (Ass.ne Emilia Romagna Rievocazioni Storiche) dell’A.M.R.S. (Ass.ne Marchigiana Rievocazioni storiche), della Federazione Regionale Manifestazioni Storiche Lazio, della Città di Piazza Armerina e dell’Ass.ne Giostra Cavalleresca di Sulmona.

Il riconoscimento è riservato a tutti i cavalieri che, nel corso del 2017, hanno vinto le varie Giostre e Quintane che sono state suddivise in due categorie: “giostre storiche” (dove il cavaliere partecipa in rappresentanza di un Quartiere, Rione, Contrada ecc. indossando un costume storico), e “giostre non storiche” (ovvero quelle giostre dove il cavaliere partecipa a titolo personale e senza indossare costumi storici). Oltre al premio per il “Miglior Cavaliere” saranno assegnati anche dei premi al “Miglior giovane under 18” alla “Migliore Amazzone”, al “Binomio (cavaliere-cavallo) più vittorioso” ed al “Proprietario di cavalli più vittorioso”.

Numerosi gli aretini presenti nella varie classifiche: per il premio “Miglior Cavaliere d’Anno” (in totale sono 77 i cavaliere a punti) Elia Cicerchia, Marco Cherici, Stefano Cherici, Gabriele Gamberi Enrico Giusti, Adalberto Rauco, Gianmaria Scortecci, Andrea Vernaccini, Enrico Vedovini e Cristian Salvi.

Per il premio “Miglior Giovane Under 18 anni” (in totale sono 13 i cavaliere a punti) Niccolò Parnetti e per il premio “Miglior Amazzone” (in totale sono 14 i cavaliere a punti) Erika Cherici, Barbara Taiuti e Francesca Giacomoni.