Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Operazione “Street Drugs”: la Squadra Mobile continua con lo svolgimento di servizi investigativi preordinati al contrasto del piccolo e medio spaccio sulla piazza di Arezzo, disposti dal Questore.

Nella tardo pomeriggio di venerdì 27 aprile ultimo scorso gli uomini della Mobile hanno proceduto all’arresto in flagranza di un cittadino tunisino H.M. di anni 46 e della moglie rumena P.C.M. di anni 41, trovati nella disponibilità di 4 panetti di hashish per un peso complessivo di circa 4 etti, oltre a più di 2000 euro in contanti, e ad un libretto postale, al portatore, per l’ammontare di più di 14000 euro.

L’attività investigativa aveva portato all’individuazione dei due soggetti in parola che venerdì sono stati a lungo monitorati e osservati in prossimità dei giardini prospicenti a Viale John Kennedy vicino all’Ospedale San Donato di Arezzo. L’arresto è scattato quando la donna è stata vista ricevere dall’uomo una busta che ha insospettito gli investigatori e che è risultata contenere lo stupefacente poi sequestrato. La perquisizione domiciliare, che è seguita presso il monolocale dove i due abitano, ha portato al rinvenimento ed al consequenziale sequestro di altre stecche di hashish per un peso complessivo di 38 grammi, di più di 2000 euro in contanti e di un libretto postale, al portatore, per un ammontare di più di 14000 euro.  Entrambi disoccupati, i due non hanno dato contezza di alcuna forma di reddito lecita. 
La donna è stata associata al carcere di Sollicciano mentre l’uomo è stato portato presso il carcere di Arezzo.