Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Dopo la vicenda dell'allontanamento di Ilario Maggini, consigliere di minoranza del comune di Subbiano, da una riunione sulle rette scolastiche dell'Istituto Palazzeschi Subbiano (Ar), Maggini escluso da una riunione sulle rette scolastiche arriva l'annuncio della contro querela da parte del sindaco Antonio De Bari. 
“Ci sono temi importanti come quello della scuola, che devono prescindere dalle polemiche politiche. Nessuno ha usato violenza, nessuno ha alzato la voce e nessuno ha buttato fuori Maggini dall’incontro, semplicemente non essendo uno dei genitori convocati, non è stato fatto entrare”. Spiega così De Bari il polverone sollevato dal consigliere di minoranza Maggini, che dopo essere stato escluso da un incontro avvenuto nella sede comunale per parlare delle rette scolastiche, si è rivolto a tutti gli organi di stampa raccontando di essere stato allontanato da un vigile con l’utilizzo della violenza. “L’obiettivo di raccontare una verità lontana dalla realtà, evidentemente è quello di macchiare la mia immagine, ma c’erano tanti genitori presenti che hanno assistito a quanto successo, quindi sono sereno – ha continuato De Bari - la verità viene sempre a galla e la mia decisione di non farlo partecipare a quell’incontro è stata solo motivata dalla volontà di non trasformare quella riunione in un comizio politico, obiettivo di Maggini che si è presentato al posto della figlia evidentemente a tale scopo”.