Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Una tragedia della strada immane quella che si è verificata poco prima delle 20 di giovedì in via Giotto ad Arezzo. Francesco Renzetti, 17 anni, ha perso la vita nell'incidente tra la sua moto ed un Suv Cascai L'impatto è stato purtroppo fatale, il ragazzo ha perso probabilmente la vita sul colpo anche se i sanitari del 118 intervenuti sul luogo dell'incidente hanno fatto tutto il possibile per cercare di rianimarlo: vano ogni tentativo anche dopo averlo intubato e portato in ambulanza. L'elisoccorso Pegaso è stato fatto rientrare. Via Giotto è stata chiusa per oltre tre ore tra gli occhi attonini di passanti e residenti, scioccati dalla tragedia. I rilievi di legge sono stati effettuati dalla Polizia Municipale di arezzo con il supporto della Polizia Stradale.  Secondo una prima ricostruzione l'auto viaggiava dallo stadio verso la città e stava svoltando all'interno del vialetto interno di Via Giotto, mentre operava la manovra è sopraggiunta la moto che procedeva in direzione opposta. A quanto sembra la giovane vittima, studente del liceo scientifico Francesco Redi, stava rientrando a casa. L'auto non sembra riportare segni visibili di un impatto, di certo la moto è stata sbalzata a diversi metri di distanza. Sul posto sono accorsi i familiari, straziati da un dolore lacerante e senza un perché.