Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Maxi colpo messo a segno in una villa alle porte di Arezzo, a Badia al Pino, bottino da 200mila euro. Rubati gioielli, monete d'oro, diamanti e 8 pistole da collezione. 
Nel mirino della banda un grosso imprenditore chimico aretino. I ladri sono entrati in azione in pieno giorno, tra le otto e mezzogiorno, dopo che il proprietario si era allontanato. Nell’abitazione l'allarme, collegato con il 112, non era inserito. I malviventi per introdursi all’interno dell’abitazione avrebbe divelto una grata. La banda si è poi diretta verso la cassaforte ed una volta aperta è riuscita a mettere le mani sul contenuto: preziosi, monete antiche, gioielli, penne e accendini d'oro ed infine otto pistole pistole da collezione. 
I banditi sono poi scappati, senza lasciare nessuna traccia. Quando i proprietari sono rientrati, hanno trovato la villa totalmente sottosopra e la cassaforte a muro aperta.

Meteo Arezzo